21
set

Bergamo, i Maestri del Paesaggio, International Meeting 2015

Le vacanze estive trascorse a Poggio Imperiale sono ormai alle spalle e, tornati  a casa dopo ben due mesi e mezzo, non è affatto disdicevole cogliere l’opportunità di partecipare a qualcuno dei tanti eventi  che la Lombardia  – al di là dell’Expo Internazionale di Milano 2015 – offre in questo periodo.

Lo scorso martedi  15 settembre ci siamo quindi recati in quel di Bergamo per  partecipare alla V edizione dell’originalissima manifestazione  denominata “I Maestri del Paesaggio  – International Meeting “, che si sviluppa su una gamma di sedici giorni di eventi, a partire dal 5 e fino a tutto il 20 di settembre, nel corso dei quali la città di Bergamo  si trasforma in un palcoscenico di natura e bellezza. Sedici giorni di fermento culturale open air per un calendario ricco di appuntamenti: Green Design, Green Food, concorsi fotografici, musica, allestimenti e percorsi di land-art in suggestivi vicoli, corti, chiostri e giardini.

Le più autorevoli firme internazionali del Landscaping – Architetti Paesaggisti, Garden designer, Storici e Fotografi – si riuniscono nella spettacolare cornice di Bergamo Alta, ove migliaia di visitatori si incontrano con loro nella “Piazza Verde”, ai Seminari e ai Workshop nei palazzi storici e all’International Meeting  presso il Teatro Sociale. E’ questo  l’appuntamento di settembre, giunto alla sua V Edizione, che rappresenta il punto di riferimento internazionale in tema di Cultura del Paesaggio.

Bergamo 2

Nel cuore di Città Alta la storica Piazza Vecchia di Bergamo (per l’occasione ribattezzata Piazza Verde) viene allestita a verde per la durata della manifestazione,  attraendo  cittadini e visitatori di tutte le età, vero salotto all’aria aperta. E poi, a pochi passi, in Piazza Mascheroni, un altro sorprendente allestimento accoglie i passanti, invitandoli a sostare e a godere dell’ombra,  profumi e sapori.

Ogni anno un fascino nuovo, grazie al coinvolgimento di artisti e paesaggisti internazionali. In particolare, quest’anno è stata la genialità del britannico Andy Sturgeon, affiancato dall’estro e dalla professionalità di Lucia Nusiner e Maurizio Quargnale, a cimentarsi nell’impresa, ricevendo il testimone dall’eclettico Peter Fink.

Una magia che si ripete: la Città Alta si risveglia immersa tra fiori, piante e turisti che ne colorano le vie, i più suggestivi palazzi nobiliari e le piazze storiche, tutta la città si anima per 16 giorni con eventi rivolti a un pubblico di tutte le età. Il successo delle precedenti edizioni, con oltre 200.000 visitatori, conferma Bergamo palcoscenico d’eccellenza per le autorevoli firme internazionali che, anche quest’anno, si sono incontrate all’International Meeting presso il Teatro Sociale, per mostrare le loro esperienze in straordinari interventi di paesaggio nel mondo. Focus e tema conduttore di questa V edizione è stato “Feeding Landscape. Le colture agrarie fanno paesaggio”, espressione del  legame indissolubile tra uomo e territorio, riflessione su un passato e un presente contadino, ricco di fascino e tradizioni che dalla terra giungono alla tavola. Un programma densissimo e un sogno ambizioso che fa di Bergamo l’osservatorio e il modello laboratoriale per città sempre più belle, dove le piazze possono tingersi di verde per più di qualche settimana all’anno e il paesaggio diventa un tutt’uno con l’anima di chi lo vive, Una manifestazione dove natura, arte, piacere, cultura e bellezza sono il filo conduttore.

Bergamo 3

Le caratteristiche storico-paesaggistiche di Bergamo, con un centro storico fortificato e circondato da 4700 ettari di verde, unite alle qualità culturali, imprenditoriali e logistiche (collegamento diretto alle principali città europee con l’Aeroporto “Caravaggio” di Orio al Serio) della città, ne fanno la location d’eccellenza per ospitare una manifestazione sul Paesaggio e giustificano l’ambizione di farla divenire polo internazionale degli studi del settore.

I luoghi destinati agli eventi de “I Maestri del Paesaggio” non sono solo simboli della storia e della vita cittadina, ma anche straordinari punti di osservazione sul territorio circostante:

Bergamo (Città Alta)

-          Teatro Sociale (International Meeting): vero emblema del teatro all’italiana di inizio ’800 firmato Leopoldo Pollak e premiato nel 2009 come intervento di prestigio alla “Domus restauro e conservazione”, il Teatro della Società si conferma location di eccellenza nel cuore di città alta con 470 posti a sedere, platea e loggione ovale e tre ordini di palchi.

-          Piazza Vecchia (Piazza Verde): cuore di Bergamo Alta, è stata dichiarata tra le piazze più suggestive del mondo per la compresenza di una stratificazione storica e architettonica ricchissima.

-          Piazza Mascheroni (Piazza Verde, Giardino Bisol, eventi vari): situata al margine di Città Alta,è caratterizzata dai significativi resti della cittadella viscontea.

-          Portico di Palazzo della Ragione (Desk aziendali ed eventi vari): costruito nel momento di maggior sviluppo del libero Comune, è il più antico palazzo comunale lombardo esistente.

-          Sala dei Giuristi, Palazzo della Ragione (eventi vari): nella prima metà del XV secolo l’edificio venne utilizzato quasi esclusivamente come luogo dove si amministrava la giustizia, da qui “Palazzo della Ragione”.

-          Palazzo Suardi (eventi vari): ora sede dell’Istituto universitario, conserva solo deboli tracce del suo antico splendore, dovuto soprattutto alla presenza di affreschi eseguiti nel 1477 da Donato Bramante.

-          Portico Biblioteca Angelo Mai (info point, eventi vari): è la principale istituzione di conservazione storica del circuito bibliotecario di Bergamo.

-          Seminarino (Seminario Internazionale Valfredda)

-          Sala al Curò (Lofacciobenecinefest)

-          Giardino di casa Tresoldi (Green Design)

-          Lavatoio (Aperitivi di Paesaggio, Green Design): costruito a cura del Comune di Bergamo verso la fine dell’800, fu inaugurato solo nel 1891.

-          Ex Ateneo (Green Design)

Bergamo  (Città Bassa)

-          Accademia Carrara (Passeggiata in Carrara): Dopo la ristrutturazione l’Accademia appare dall’esterno un piccolo gioiello monumentale dove vi sono custodite opere artistiche di livello internazionale.

-          Castello di Malpaga (Dimore storiche e corti a verde): è una delle più importanti costruzioni lombarde del 1300 che, con la sua intatta bellezza e l’inestimabile valore culturale, domina una distesa di 300 ettari di campi agricoli all’interno del Parco del fiume Serio.

-          Villa Pesenti Agliardi (Dimore storiche e corti a verde): fu ampliata e modificata nel 1798 dall’architetto Leopold Pollack con un progetto innovativo neoclassico sia della dimora che del giardino.

-          Orto di Astino (Pic-nic biodiverso): un museo all’aperto denso di preziosità, dove si studiano e si conservano collezioni botaniche che comunicano il rapporto tra Piante e Uomo.

 

Foto: Lorenzo Bove

Alcune delle informazioni riportate nell’articolo sono state estrapolate dalla documentazione, brochures ed altro, acquisiti presso il Desk della manifestazione (Portico del Palazzo della Ragione della Città Alta di Bergamo) nonché da alcuni Siti Internet specializzati, che hanno trattato l’argomento in maniera più approfondita.

 


Ricerca:
Archivio
© Copyright 2010-2017 PagineDiPoggio.com. All rights reserved. Created by Dream-Theme — premium wordpress themes. Proudly powered by WordPress.